Un avvistamento particolare

Sempre più spesso, ormai,  sentiamo dire che le zone umide hanno un’enorme importanza, non soltanto come conservatrici di una ricca biodiversità ma anche e soprattutto come punti di riferimento per molti uccelli migratori che, in questi siti, possono trovare l’ambiente idoneo per una sosta ristoratrice durante i loro lunghi viaggi. Il Padule di Fucecchio, località toscana, è una di queste realtà. Sempre più valorizzata, ha permesso sia il ritorno della cicogna bianca (Ciconia ciconia) sia la possibilità di effettuare avvistamenti particolari. Proprio a questi ultimi appartiene quello dell’ Aquila anatraia minore (Aquila pomarina); si tratta di un rapace diurno (60 cm di lunghezza e 160 cm di apertura alare) che frequenta ambienti costituiti da spazi aperti alternati a boschi nelle vicinanze fiumi, laghi o, appunto, zone umide (dove si nutre di piccoli mammiferi, rettili e anfibi cacciati, prevalentemente, a livello del terreno). La testa e le ali (queste ultime solitamente caratterizzate da una striscia bianca) sono marroni e risultano contrastanti con il piumaggio che è, invece, più scuro; gli individui adulti conservano una macchia bianca a forma di V sulla groppa.

Aquila pomarina (ibc.lynxeds.com)

Aquila pomarina (ibc.lynxeds.com)

La riproduzione di questo animale avviene in Europa Centrale e Orientale e nei mesi autunnali avviene la migrazione verso aree di svernamento situate principalmente in Africa. Svernamenti inusuali ma tuttavia possibili sono quelli nel Mediterraneo e, anche se si tratta di avvistamenti occasionali, negli ultimi tempi, sono aumentate le segnalazioni di questo animale nel nostro Paese.

Da sottolineare è il fatto che le uova deposte sono, in genere, in numero di 2-3 ma, come in altre specie, a sopravvivere è soltanto il piccolo che schiude per primo l’uovo. Infatti, esso, si approvvigiona di più cibo battendo sul tempo i fratelli che, non venendo nutriti adeguatamente, muoiono di stenti. Ci si potrebbe chiedere allora a che scopo deporre più di un uovo (spesa energetica non indifferente!), la risposta è che, in questo modo, c’è sempre la probabilità che almeno uno si schiuda e vengano, perciò, mantenuti i geni genitoriali (ricordiamo che la riproduzione non è altro che il mezzo attraverso il quale assicurare la permanenza del proprio patrimonio genetico nelle generazioni, in termini tecnici si dice che ogni individuo tende ad incrementare la propria fitness).

L'”avvistamento particolare”, avvenuto nel Padule di Fucecchio e di cui fa menzione il titolo dell’articolo, si riferisce però al fatto che il rapace osservato è nato in Estonia, sulle sponde del Baltico; qui, l’ornitologo Urmas Sellis, alcuni mesi fa, lo ha inanellato e dotato di una piccola trasmittente satellitare al fine di studiarne la migrazione. La presenza dell’aquila è stata quindi registrata da un satellite in orbita a 850 chilometri dal pianeta. Attraverso questo monitoraggio è stato possibile ricostruire gli spostamenti dell’animale che, partito dall’Estonia a fine settembre, ha attraversato Lettonia, Lituania, Bielorussia, Polonia, Slovenia, Ungheria, Bosmia e Croazia, giungendo nel nostro Paese verso la metà di ottobre. 

In Italia, l’Aquila pomarina è giunta nella zona umida di Fucecchio dal Lago di Bilancino ed ha poi proseguito verso il Lago di Massaciuccoli. Da qui, la sua rotta proseguirà verso le grandi paludi costiere.

Sperando di avere ancora sue notizie, le auguriamo Buon Viaggio!!!

Di seguito potete osservare dei filmati effettuati attraverso una web-cam posizionata su di un nido in Estonia:

Fonti:

  1. http://www.youtube.it
  2. padamb.html

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ecologia, Etologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Un avvistamento particolare

  1. Manuela Kiko ha detto:

    Grazie Maria!

  2. Manuela Kiko ha detto:

    Affascinante.. Che grado di parentela c’è con l’aquila reale testa bianca?

    • Maria Cipollini ha detto:

      L’Aquila pomarina e L’ Aquila di mare testa bianca (Haliaeetus leucocephalus) appartengono alla stessa Famiglia (Accipitridae) e alla stessa sottofamiglia (Buteoninae) ma sono due generi diversi. La pomarina appartiene al genere Aquila, la testa bianca al genere Haliaeetus.
      L’Aquila pomarina e L’Aquila reale (Aquila chrysaetos), invece, appartengono anche al medesimo genere, sono solo 2 specie diverse.

  3. Simonetta Marini ha detto:

    Mi piace un sacco l’aquila come animale! Questi video sono stupendi! :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...