Il latte: elisir della mente con qualche controindicazione

Il latte è uno degli alimenti più completi che esistano, esso è quanto il pane, in assenza di intolleranze o allergie, utile per tutte le età, dall’infante all’anziano, in quanto se ne assumono gli importantissimi contenuti di calcio e proteine, vitamine, zuccheri e grassi. A proposito di latte, l’ultima ricerca pubblicata sull’International Dairy Nutrition dell’Universiità del Maine, ne esalta le proprietà antinvecchiamento cerebrale con un bicchiere al giorno. L’indagine ha valutato le abilità cerebrali di oltre 900 uomini e donne tra i 23 e i 98 anni d’età, sottoponendoli a test in cui sono stati considerati  diversi parametri. I risultati sono stati migliori in coloro che introducevano nella dieta maggior quantità di latte e latticini indipendentemente dal sesso e dall’età. Inoltre rispetto a chi si privava totalmente di questi alimenti, chi li assumeva frequentemente mostrava un rischio 5 volte inferiore di fallire i test. Infine l’effetto positivo di questi alimenti sui neuroni restava valido anche tenendo conto di altri fattori, come le condizioni cardiovascolari o le abitudini di vita in generale.

Latte (www.dietaland.com)

Latte (www.dietaland.com)

Questo studio sembra così dimostrare i benefici che il latte conferirebbe al nostro cervello. Per quanto riguarda il nostro scheletro invece, nonostante le opinioni diffuse anche fra taluni medici e nutrizionisti, e al di là delle divulgazione operate dalle pubblicità, il consumo di latte non previene l’osteoporosi, né aiuta i soggetti affetti da questa patologia, inclusi quelli più a rischio per motivi fisiologici, come le donne in menopausa. Infatti, come afferma l’Harvard Nurses’ Health Study, che ha seguito clinicamente oltre 75.000 donne per dodici anni, ha mostrato che l’aumentato consumo di latte non avrebbe alcun effetto protettivo sul rischio di fratture. Anzi, l’aumentata introduzione di calcio attraverso latte e latticini era associato con un rischio di fratture più elevato. Le proteine contenute nel latte hanno infatti un alto grado di acidità, e ciò significa che, per quanto il latte possa fornire calcio e vitamina D, provocherà anche delle reazioni fisiologiche volte a tamponare l’acidità provocata dall’assorbimento delle suddette proteine con conseguente impoverimento dei depositi di calcio contenuti nelle ossa. Uno Studio Australiano è pervenuto al medesimo risultato. Inoltre altri Studi non hanno evidenziato alcun effetto protettivo sull’osso da parte del Calcio proveniente dai derivati del latte. Per ridurre il rischio di osteoporosi, va ridotta l’assunzione con la dieta di Sodio e di Proteine animali, aumentato il consumo di frutta e verdura, l’attività fisica, e va assicurato un adeguato introito di Calcio da fonti vegetali, come ad esempio la verdura a foglia verde ed i fagioli, come pure prodotti addizionati di Calcio tipo i cereali per la colazione ed i succhi.

Il beneficio sulla prevenzione dell’osteoporosi è messo in dubbio anche da Franco Berrino, medico oncologo dell’Istituto Nazionale dei tumori di Milano, a proposito della prevenzione dell’osteoporosi scrive nel suo libro, “Il cibo dell’uomo”‘: “La principale causa alimentare di osteoporosi non è la carenza di calcio, bensì l’eccesso di proteine animali che tendono ad acidificare il sangue“. Infatti “non esiste un solo studio che abbia documentato che una dieta ricca di latticini in menopausa sia utile ad aumentare la densità ossea e a prevenire le fratture osteoporotiche” anzi, alcuni studi hanno addirittura riscontrato che “la frequenza di fratture in menopausa è tanto maggiore quanto è maggiore il consumo di carne e latticini“.

Fonti:

  1. “Il cibo dell’uomo” di Franco Berrino                        
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, Patologia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...