Utilizzo della FRAP nello studio dinamico dell’ambiente cellulare

Nello studio dell’ambiente cellulare l’uso delle proteine marcatrici è un valido e comune strumento per differenziare visivamente i diversi costituenti presenti nel campo visivo di un microscopio. E’ forse meno noto che questi stessi marcatori possano fornire informazioni utili per la comprensione della dinamica all’interno della cellula. Una tecnica che consente questo studio dinamico è la FRAP (Fluorescence Recovery After Photobleaching): irraggiando con un laser una determinata zona della proteina fluorescente se ne determina l’oscuramento. Osservando in seguito come i marcatori ancora fluorescenti tendano a subentrare nella regione oscurata, possono essere effettuate considerazioni dinamiche.

FRAP (Google immagini)

Il file pdf pubblicato nella pagina “Documenti Tecnici” – sezione “creati dai soci per enti“- fa parte di un lavoro dell’autore utilizzato in sede d’esame per il corso “Biofisica” (prof. Valentina Tozzini- laurea magistrale in fisica). E’ un esempio di come il computer possa essere utilizzato per “toccare con mano” il mondo cellulare.

Questa voce è stata pubblicata in Biologia Molecolare, Fisica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...