Radioprotezione e milliSievert

PREFAZIONE di “milliSievert”, pubblicazione gentilmente concessa dal Dott. Mauro Lazzeri, Fisico Sanitario Esperto Qualificato di Terzo Livello.

MilliSievert-Copertina (Mauro Lazzeri)

A Gomel (Bielorussia) vi sono molti giovani che 25 anni fa, quando erano ancora dei bambini, furono affetti da cancro della tiroide in conseguenza del disastro di Chernobyl, ma che oggi sono completamente guariti grazie alle cure ricevute dal personale sanitario di alcune Aziende Ospedaliere italiane.
Occorre sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’utilizzo proprio ed improprio delle radiazioni ionizzanti, nel ricordo dell’incidente nucleare di Chernobyl del 1986 e della guerra in Kosovo del 1998, evidenziando il concetto paradossale che sia i bambini bielorussi che quelli kosovari, grazie alle moderne tecnologie di intervento in campo sanitario, furono curati con le radiazioni (radioiodio) che provocarono loro la malattia del cancro della tiroide e della leucemia.
E’ possibile valutare se e quando il detrimento sanitario causato dall’esposizione ad una sorgente di radiazioni ionizzanti sia superiore al beneficio che deriva da detta esposizione?
Nel caso di Chernobyl e per i bambini kosovari, il detrimento sanitario causato dall’esposizione ad una sorgente di radiazioni ionizzanti è stato certamente inferiore al beneficio che è derivato da detta esposizione.
Questi appunti, suffragati da leggi, trattati e da migliaia di pubblicazioni che trattano l’argomento e che circolano sul web, hanno lo scopo prima di tutto di informare le persone circa i danni che le radiazioni ionizzanti in generale possono arrecare all’organismo umano nonché a sensibilizzare ed aiutare le stesse persone a comprendere come sia possibile, in ambiente sanitario, ottenere dalle radiazioni ionizzanti benefici tali da rendere conveniente l’assunzione del rischio derivante dalle stesse radiazioni che hanno prodotto il beneficio.
Occorrerà fare la conoscenza del milliSievert (mSv), la millesima parte di 1 Sievert, l’unità di misura della Dose Efficace, termine utilizzato in riferimento al valore medio degli effetti delle radiazioni ricevute dall’intero organismo dell’uomo.
Posso anticiparvi che, ricevendo una dose efficace annua superiore a 3 mSv, supererete i limiti di rischio biologico suggeriti dalla normativa e che andrete incontro a morte certa se, in modo continuativo per una decina di giorni, esporrete l’interno corpo ad una dose efficace di 100000 mSv.
Forse è ingiusto rappresentare il millisievert enfatizzandone il lato oscuro, così da farlo sembrare una “morte secca”. Ma è bene essere previdenti e considerare i rischi ed i danni che possono arrecare l’uso improprio e l’abuso delle invenzioni, delle scoperte e dello sfruttamento dei fenomeni naturali.

La pubblicazione è liberamente scaricabile in esclusiva presso l’Ass culturale Scoiattolo Rampante: Il_milliSievert

Mauro Lazzeri

Questa voce è stata pubblicata in Fisica, Patologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...