Catalogazione scientifica: una metodica non abbastanza conosciuta.

Andando per Musei siamo abituati a leggere i cartellini esplicativi che accompagnano i vari ritrovamenti esposti e che ci aiutano ad orientarci e farci capire meglio ciò che stiamo osservando. Difficilmente, però, ci domandiamo come avvenga la catalogazione dei resti fossili, degli animali, dei manufatti ritrovati e cosa ci sia alla base di un dato percorso espositivo.

catalogazione museale (Google immagini)

Il seminario previsto per Giovedì 23 febbraio c/o Palazzo Nonfinito (via del Proconsolo,12 Firenze) e intitolata “ La catalogazione dei beni scientifico-naturalistici nei Musei Universitari Italiani” ha come scopo quello di spiegare e far comprendere il lavoro che c’è dietro l’allestimento di un Museo e con quale metodologia avviene la catalogazione.

Per ulteriori informazioni riguardo questo evento potete scaricare il pdf sottostante:

La catalogazione dei beni scientifico-naturalistici nei Musei Universitari Italiani.

Questa voce è stata pubblicata in Botanica, Zoologia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Catalogazione scientifica: una metodica non abbastanza conosciuta.

  1. marisini ha detto:

    Concordo con Samuele, è una parte della scienza importante ma dimenticata perchè ritenuta noiosa..

  2. Samuele trimarchi ha detto:

    Un giusto peso a questo evento, di importantissimi contenuti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...