I colori dei Batteri

Associazione culturale Scoiattolo Rampante

Chi ha detto che i batteri non sono colorati? Anche ad un livello così minuscolo alcune specie batteriche producono delle particolari sostanze chiamate pigmenti. In questo caso, tre ceppi di Pseudomonas aeruginosa hanno prodotto tre tipi di pigmenti diversi: piocianina (verde-blu), piorubina (rosso-marrone) e fluoresceina (giallo chiaro). Questi pigmenti hanno diverse funzioni, spesso per procurare nutrimento al batterio e, altrettanto spesso, sono molecole in grado di procurare danni agli organismi che attaccano. Sono infatti alcuni dei famigerati fattori di virulenza.

Ma su un particolare voglio spostare l’attenzione: i tre ceppi “colorati diversamente” sono sempre appartenenti alla solita specie, un pò come le nostre etnie. Ora, è stato dimostrato che questi tipi di ceppo possono vivere nel medesimo habitat e, grazie proprio ai diversi pigmenti prodotti in quantità differenti, riescono a collaborare in modo ottimale.

Un ottimo esempio contro la xenofobia tra simili.

View original post

Questa voce è stata pubblicata in News Associazione. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...