APP Puzzle dello Scoiattolo Rampante

Cari lettori,

dopo diversi mesi di sviluppo, la prima APP (Applicazione) per Android dello Scoiattolo Rampante  è pronta: SR Puzzle APP.

Questo gioco ripercorre il vecchio gioco del puzzle, con fotografie inedite a tematica naturale realizzate dal socio Marco Mancini e con pochissime di repertorio dell’Associazione.

Schermata di gioco (Foto Marco Mancini)

Una delle fotografie disponibili nel gioco (Foto Marco Mancini)

Il progetto pilota ha inteso sperimentare le nuove tecnologie a disposizione per la realizzazione di applicazioni ed al tempo stesso di condivisione delle informazioni.

L’APP è liberamente scaricabile dal sito dell’Associazione dedicata ai Games: http://scoiattolorampantegames.weebly.com/

Applicazione ideata e testata per Tablet Android con risoluzione 1280×800 pixel. Ulteriori risoluzioni non testate ma supportate: 1024×600; 1024×768 e 1280×768.

L’APP non è inserita negli Store APP, pertanto è necessario abilitare sorgenti di software sconosciute per installarla sul proprio dispositivo.

Per qualsiasi problematica scriveteci e…

Buon divertimento!

Pubblicato in News Associazione, Prodotti Associazione, Zoologia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Corso microbiologia alimentare: Bacillus cereus

CORSO MICROBIOLOGIA ALIMENTARE:

Bacillus cereus 

1.0 GENERALITA’

Il genere Bacillus appartiene alla famiglia delle Bacillaceae dell’ordine Bacillales; Bacillus cereus è un microrganismo Gram positivo, sporigeno, catalasi ed ossidasi positivo, di solito mobile per la presenza di flagelli peritrichi. Aerobi-anaerobi facoltativi, sono ampiamente distribuiti in natura, e possono ritrovarsi nel pulviscolo, negli alimenti e nelle feci di animali ed umani. Si distinguono tre gruppi in funzione della forma e posizione della spora nel corpo microbico:

  • spora centrale o sub-terminale, non rigonfia, non deformante il corpo microbico;
  • spora centrale o sub-terminale, ovale, rigonfia a parete spessa deformante il batterio;
  • spora terminale, sferica, rigonfia a parete spessa (bacillo a forma di spillo).

Si riportano nella tabella sottostante le principali caratteristiche biochimiche del microrganismo suddetto.

Tab. 1 Caratteristiche biochimiche di Bacillus cereus

Tab. 1 Caratteristiche biochimiche di Bacillus cereus

Cellule di bacillus cereus al microscopio (http://quoteimg.com/bacillus-cereus-under-microscope/).

Cellule di bacillus cereus al microscopio (http://quoteimg.com/bacillus-cereus-under-microscope/).

Bacillus cereus, Bacillus thuringiensis, Bacillus anthracis, Bacillus weihenstephanensis, Bacillus mycoides e Bacillus pseudomycoides formano un gruppo molto omogeneo con il 99% di somiglianza nelle sequenze del 16S rRNA.

Bacillus cereus è considerato un agente patogeno di origine alimentare, ma può causare anche broncopolmoniti, batteriemie, setticemie, meningiti, infezioni dell’orecchio e delle vie urinarie.

2.0 BACILLUS CEREUS  E TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

 Sono state attribuite a  B. cereus due tipi di tossinfezioni alimentari:

  • la sindrome emetica, determinata dalla produzione di una tossina (cereulide) a basso peso molecolare, sintetizzata durante la fase di sporulazione. Compare entro 30 minuti o 6 ore dall’ingestione del pasto con  vomito, dolori addominali e più raramente diarrea. La sintomatologia in generale scompare in 12-24 ore; gli alimenti più incriminati sono il riso ed i prodotti contenenti amido.
  • la sindrome diarroica, dovuta alla produzione di una tossina ad elevato peso molecolare secreta dal batterio a livello intestinale. Si manifesta dopo 6-16 ore dall’assunzione del cibo con diarrea acquosa, dolori addominali e nausea; il vomito è molto raro. Le pietanze incriminate sono molteplici e fra queste ricordiamo carne, vegetali, insalate, purè di patate, formaggio, pasta e gelati.

Nella maggior parte dei casi le malattie di origine alimentare causate da B. cereus sono associate ad una carica infettante di 105  UFC/g; tuttavia in alcuni casi si è dimostrata efficace nello sviluppo della patologia una carica batterica di 103-4 UFC/g di alimento.

Le pietanze che risultano essere maggiormente contaminate da B. cereus sono:

  • cibo a base di riso;
  • alimenti contenenti amido, come pasta e patate;
  • prodotti misti come salse, zuppe, budini, sformati, preparazioni a base di carne e latte;
  • prodotti dolciari artigianali;
  • insalate, verdure e pesce.
Bacillus cereus in terreno di coltura MYP Agar Base (colonie rosa frastagliate)

Bacillus cereus in terreno di coltura MYP Agar Base (colonie rosa frastagliate)

Il suolo è la fonte primaria di contaminazione degli alimenti con spore di B. cereus, che si ritrovano spesso infatti, in vegetali e latte. Nei caseifici la contaminazione del latte può essere causata non solo dalle spore provenienti dal suolo, ma anche da biofilm di B. cereus che si formano nei macchinari in cui il latte viene processato. B. cereus si trova inoltre nelle spezie, alimento in cui è stata spesso riscontrata una concentrazione pari a 1000 spore/g.

Le principali misure di prevenzione per evitare l’avvento di tossinfezione da B. cereus sono:

  • controllo delle temperature di conservazione e trasporto;
  • raffreddamento rapido dei cibi;
  • evitare che i cibi sostino per troppo tempo a temperatura ambiente;
  • utilizzo di acidificanti;
  • utilizzo di utensili ed attrezzature ben puliti.

3.0 MECCANISMO PATOGENETICO DI B. CEREUS

La patologia che consegue all’ingerimento di alimenti contaminati da B. cereus può manifestarsi attraverso  meccanismi patogenetici diversi, dipendenti da ciò che ingeriamo, ovvero spore, tossine o cellule vegetative.

Le cellule vegetative possono essere uccise dall’ambiente acido dello stomaco, oppure raggiungere l’intestino e produrre tossine diarroiche che causano eliminazione acquosa delle feci. Le tossine diarroiche infatti, stimolano il sistema AMP ciclico-adenil-ciclasi provocando accumulo di liquido nell’intestino.

La tossina emetica è molto stabile al calore, e ad oggi non è molto chiaro il suo meccanismo d’azione, ma sembra essere implicata nel danneggiamento del metabolismo mitocondriale degli acidi grassi, oltre ad essere responsabile di danni epatici e possibili rabdomiolisi.

4.0 B. CEREUS  E ANTIBIOTICO RESISTENZA

Studi hanno dimostrato l’aumento della resistenza agli antibiotici da parte di Bacillus cereus. Tale fenomeno non stupisce, visto l’andamento crescente della resistenza ai chemioterapici da parte di molti batteri associati a malattie infettive.

Ceppi isolati da formaggio grattugiato sono stati sottoposti a test di antibiotico resistenza, i quali si sono dimostrati sensibili nei confronti di eritromicina e cefalotin e resistenti verso oxacillina e cefuroxime.

Articoli di letteratura riportano esperimenti in cui si è evidenziata la resistenza di tale microrganismo nei confronti di penicillina, ampicillina e cefalosporine.

5.0 BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA

  1. Catherine Fenselau, Crystal Havey, Nuttinee Teerakulkittipong, Stephen Swatkoski, Olli Laine and Nathan Edwards. Identification of β-Lactamase in Antibiotic-Resistant Bacillus cereus.
  2. Giorgio Gilli. Professione igienista. Manuale dell’igiene ambientale e territoriale, Casa editrice ambrosiana, 2010. Lo Nostro Antonella, malattie trasmesse da alimenti pp 336-375.
  3. Franco Brindani, Maria Cristina Ossiprandi, Cristina Bacci. Sensibilità ad antibiotici di stipiti di Bacillus cereus isolati da formaggio grattugiato.
  4. http://www.fda.gov/food/foodborneillnesscontaminants/causesofillnessbadbugbook/ucm070492.htm
  5. http://www.federica.unina.it/agraria/microbiologia-degli-alimenti/batteri-patogeni-trasmessi-con-gli-alimenti-bacillus-cereus-clostridium-botulinum-clostridium-perfringens/
  6. http://195.45.99.79/csra//index.php?option=com_content&task=view&id=94&Itemid=227
  7. http://www.phac-aspc.gc.ca/lab-bio/res/psds-ftss/bacillus-cereus-eng.php
  8. Opinion of the Scientific Panel on Biological Hazards on Bacillus cereus and other Bacillus spp in foodstuffs. The EFSA Journal (2005) 175, 1-48, “Bacillus cereus and other Bacillus spp in foodstuffs.
Pubblicato in Microbiologia, News Associazione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

I colori dei Batteri

Originally posted on Associazione culturale Scoiattolo Rampante:

Chi ha detto che i batteri non sono colorati? Anche ad un livello così minuscolo alcune specie batteriche producono delle particolari sostanze chiamate pigmenti. In questo caso, tre ceppi di Pseudomonas aeruginosa hanno prodotto tre tipi di pigmenti diversi: piocianina (verde-blu), piorubina (rosso-marrone) e fluoresceina (giallo chiaro). Questi pigmenti hanno diverse funzioni, spesso per procurare nutrimento al batterio e, altrettanto spesso, sono molecole in grado di procurare danni agli organismi che attaccano. Sono infatti alcuni dei famigerati fattori di virulenza.

Ma su un particolare voglio spostare l’attenzione: i tre ceppi “colorati diversamente” sono sempre appartenenti alla solita specie, un pò come le nostre etnie. Ora, è stato dimostrato che questi tipi di ceppo possono vivere nel medesimo habitat e, grazie proprio ai diversi pigmenti prodotti in quantità differenti, riescono a collaborare in modo ottimale.

Un ottimo esempio contro la xenofobia tra simili.

View original

Pubblicato in News Associazione | Lascia un commento

Nuovo socio: Marco Mancini

Cari lettori,

è con vero piacere che diamo il benvenuto ad un nuovo socio: Marco Mancini.

Marco Mancini. Socio Ordinario dal 10/01/2015.

Marco Mancini. Socio Ordinario dal 10/01/2015.

Marco è Dottore in Ingegneria Civile ed è iscritto all’albo professionale degli Ingegneri. Attualmente è Ingegnere libero professionista.

Possiede Esperienze professionali in progettazione di impianti idroelettrici, verifiche di assoggettabilità a VIA e verifiche di Valutazione di Impatto Ambientale. Progettazione, ricerca e sviluppo linee vita e dispositivi di ancoraggio sulle coperture.

I suoi Campi di specializzazione sono: Ingegneria Civile, Ingegneria Idraulica, Ingegneria Ambientale

Nella sezione Curriculum vitae potete trovare ulteriori informazioni sul nuovo socio.

Pubblicato in News Associazione | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Il Giardino di Archimede

Salve a tutti voi lettori, oggi siamo qui a parlarvi del “Giardino di Archimede”! Che posto è mai questo?- direte voi- Un posto nuovo e divertente, dove affrontare la bestia nera di gran parte degli studenti: LA MATEMATICA!

Sì, avete capito bene, “Il Giardino di Archimede”, ubicato a Firenze, è il primo Museo dedicato interamente a questa disciplina. In questo luogo, grandi e piccoli, con l’aiuto degli operatori, potranno comprendere meglio la scienza dei numeri e, con opportuni percorsi, imparare ad amarla! Perché, in fondo, tutto ciò che ci circonda è matematica; il MONDO è matematico!

"matematica per tutti" al Giardino di Archimede

“matematica per tutti” al Giardino di Archimede

I primi appuntamenti del 2015 saranno per domenica 11 gennaio e domenica 25 gennaio.  Durante il primo incontro sarà possibile effettuare la visita guidata della mostra “Aiutare la natura”, incentrata sui macchinari progettati da Galileo Galilei e sui principi che, nel corso dei secoli, hanno permesso la realizzazione e l’utilizzo di molte strumentazioni ancora oggi di uso quotidiano. A seguire sarà svolto il laboratorio per bambini “Matematica a colpi di forbice”.

Domenica 25, invece, sarà la volta della visita alla mostra “Oltre il compasso: la geometria delle curve”, seguita, anche questa volta, dal laboratorio: “La matematica in una bolla di sapone”, durante il quale, sarà possibile avvicinarsi al mondo dei numeri e della geometria grazie alla realizzazione delle sfere di sapone!

 Ogni visita ed ogni laboratorio necessita di prenotazione, pertanto é necessario contattare il numero 055 7879594 o scrivere una mail a: archimede@math.unifi.it 

Per ulteriori informazioni e delucidazioni sugli eventi di gennaio o sul museo in generale, potete visitare il sito: http://www.archimede.ms o scaricare i pdf sottostanti, nei quali potrete leggere la storia della nascita del museo, le descrizioni delle sezioni che lo compongono e un’intervista al professor Giusti, uno degli ideatori del Museo.

retro volantino incontri gennaio informazioni appuntamenti articolo Museo_new intervista_Prof. Giusti

Pubblicato in News Associazione | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento